dolci natalizi tedeschi

Quando si avvicina il 25 dicembre in Germania si sente letteralmente il profumo del Natale, perché dai mercatini si diffonde l’odore delle spezie che danno gusto ai dolci natalizi tedeschi. Questa atmosfera dal sapore di cannella dura fino alla prima settimana di gennaio, anche se nelle regioni protestanti l’Epifania non è festeggiata, e proprio questi profumi mi avevano dato il benvenuto quando ero arrivata a Weimar carica di bagagli e sotto una fitta neve.

Per chi approfitterà delle vacanze natalizie per fare un viaggio nel nord Europa o per chi vuole semplicemente scoprire delle tradizioni diverse, vi lascio un assaggio – ehm, una accenno – dei dolci natalizi tedeschi più famosi.

Gli ingredienti tipici dei dolci natalizi tedeschi

Ci sono alcuni ingredienti ricorrenti, nei dolci natalizi tedeschi come in quelli del nord Europa in generale. Questi sono:

  • la cannella
  • lo zenzero
  • il cioccolato
  • il caramello
  • il burro
  • spezie varie, come chiodi di garofano, noce moscata, cardamomo, anice
  • noci e nocciole.

Le spezie la fanno da padrone e si trovano ovunque, in particolare nei biscotti e nelle bevande calde. Il burro è un ingrediente imprescindibile dei dolci nordici in qualsiasi periodo dell’anno, mentre il cioccolato è comune a tutte le tradizioni dolciarie di Natale o quasi.

Dolci natalizi tedeschi

Biscotti

biscotti alla cannella tedeschi

La Germania, ma anche l’Austria e l’Alto Adige, vantano una gran varietà di biscotti di Natale, di cui i preferiti sono quelli alla cannella e allo zenzero.

I Lebkuchen sono biscotti morbidi con cacao, cannella, chiodi di garofano, noce moscata e altri ingredienti per renderli ancora più saporiti; esistono diverse varianti, ma dovunque andiate in Germania sotto le feste troverete di sicuro questi profumatissimi biscotti.

Gli Spekulatius hanno altrettante spezie, ma una caratteristica tutta loro: vengono infatti realizzati usando degli stampi decorati dalle forme più diverse, che possono andare dagli alberi di Natale, agli orsetti ai mulini a vento. Arrivano dalla Germania del nord-ovest e dal Belgio, dove prendono il nome di spekuloos.

Le «stelle di cannella», Zimtsterne, sono un altro diffusissimo tipo di biscotti. Com’è facilmente intuibile dal nome, sono alla cannella e a forma di stella e sono poi ricoperti da una glassa bianca di zucchero. Oltre a essere buoni sono anche molto graziosi per cui possono essere un’ottima idea per un regalo.

I Vanillekipferl hanno invece la forma di un piccolo cornetto e sono alla vaniglia. Si trovano in particolare nel sud della Germania e in Austria e rispettano la regola del burro in abbondanza che contraddistingue i dolci del nord: per la preparazione si usa infatti quasi la stessa quantità di farina e di burro.

Torte e similari

Slicing Stollen

Lo Stollen (foto) arriva da Dresda e ha la forma di un lungo pane schiacciato. Unisce (di nuovo) una grande quantità di burro, uvetta e frutta candita, oltre alle mandorle. È perfetto anche per la colazione.

La Baumkuchen è una bomba calorica di cioccolato e marzapane disposti a strati l’uno sull’altro. Viene poi ricoperta di cioccolato fuso, facendola assomigliare un po’ alla Prinzregententorte di Monaco di Baviera, dove però gli strati di pan di spagna sono alternati a quelli di una crema di burro al cioccolato.

Altri dolci che non possono mancare nei mercatini sono i waffel e le crepes, ricoperti di cioccolato e altre creme super caloriche.

Frutta glassata e non

2.1.14 - Bratapfel

Sempre nei mercatini si può trovare la frutta ricoperta di cioccolato o di caramello, in particolare le mele.

Le mele vengono anche cotte al forno (Bratapfel) (foto) e riempite di crema alla vaniglia, marzapane, noci, nocciole, cannella o altri ingredienti ancora. È un dolce molto versatile che si può ritrovare in diverse varianti.

Nei chioschi in giro per la città si trova poi qualcosa che conosciamo bene anche in Italia, cioè le caldarroste (heiße Maroni/Esskastanien), molto apprezzate anche dai tedeschi.

Bevande calde

Quando entrerete tutti intirizziti dal freddo in un caffè o in una pasticceria avrete l’imbarazzo della scelta fra tè e tisane speziati. Mentre passeggiate però per i mercatini o per le piazze illuminate dalle luci di Natale sarà un’altra bevanda calda a riscaldarvi: il Glühwein (foto a destra), ovvero il vin brulè.

In Baviera si trova invece un liquore particolare, l’Honigmet, cioè acquavite al miele che va bevuta calda e ricorda quindi un po’ il vin brulè.

Gluhwein

Salva il pin su Pinterest!

Dolci-natalizi-tedeschi-pin

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.